Home Test Carta di Soggiorno

Test Soggiorno

 TEST sulla lingua italiana per ottenere il permesso di soggiorno di lunga durata

Esattamente nel dicembre 2010, entrava in vigore il decreto del Ministero dell'Interno del 4 giugno 2010 recante "Modalità di svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana, previsto dall'articolo 9 del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, introdotto dall'articolo 1, comma 22, lettera i) della legge n. 94/2009", che richiede un cambiamento della nostra tabella di marcia.

 

Infatti, questo provvedimento all'art. 2 prevede che "Per il rilascio del permesso di soggiorno Ce per soggiornanti di lungo periodo, lo straniero deve possedere un livello di conoscenza della lingua italiana che consente di comprendere frasi ed espressioni di uso frequente in ambiti correnti, in corrispondenza al livello A2 del Quadro comune di riferimento europeo per la conoscenza delle lingue approvato dal Consiglio d'Europa."

 

Il Quadro Comune di Riferimento Europeo (QCER) prevede una suddivisione delle capacità linguistiche in 6 livelli:

 A – Base

  •  A1 - Livello base

Comprende e usa espressioni di uso quotidiano e frasi basilari tese a soddisfare bisogni di tipo concreto. Sa presentare se stesso/a e gli altri ed è in grado di fare domande e rispondere su particolari personali come dove abita, le persone che conosce e le cose che possiede. Interagisce in modo semplice, purché l’altra persona parli lentamente e chiaramente e sia disposta a collaborare.

 

  • A2 - Livello elementare

Comprende frasi ed espressioni usate frequentemente relative ad ambiti di immediata rilevanza (es. informazioni personali e familiari di base, fare la spesa, la geografia locale, l'occupazione). Comunica in attività semplici e di abitudine che richiedono un semplice scambio di informazioni su argomenti familiari e comuni. Sa descrivere in termini semplici aspetti della sua vita, dell’ambiente circostante; sa esprimere bisogni immediati.

 B – Autonomia

  •  B1 - Livello pre-intermedio o "di soglia"

Comprende i punti chiave di argomenti familiari che riguardano la scuola, il tempo libero ecc. Sa muoversi con disinvoltura in situazioni che possono verificarsi mentre viaggia nel paese di cui parla la lingua. È in grado di produrre un testo semplice relativo ad argomenti che siano familiari o di interesse personale. È in grado di esprimere esperienze ed avvenimenti, sogni, speranze e ambizioni e di spiegare brevemente le ragioni delle sue opinioni e dei suoi progetti.

 

  • B2 - Livello intermedio

Comprende le idee principali di testi complessi su argomenti sia concreti che astratti, comprese le discussioni tecniche sul suo campo di specializzazione. È in grado di interagire con una certa scioltezza e spontaneità che rendono possibile una interazione naturale con i parlanti nativi senza sforzo per l'interlocutore. Sa produrre un testo chiaro e dettagliato su un'ampia gamma di argomenti e spiegare un punto di vista su un argomento fornendo i pro e i contro delle varie opzioni.

 

C – Padronanza

  •  C1 - Livello post-intermedio o "di efficienza autonoma"

Comprende un'ampia gamma di testi complessi e lunghi e ne sa riconoscere il significato implicito. Si esprime con scioltezza e naturalezza. Usa la lingua in modo flessibile ed efficace per scopi sociali, professionali ed accademici. Riesce a

 

produrre testi chiari, ben costruiti, dettagliati su argomenti complessi, mostrando un sicuro controllo della struttura testuale, dei connettori e degli elementi di coesione.

 

  • C2 - Livello avanzato o di padronanza della lingua in situazioni complesse

Comprende con facilità praticamente tutto ciò che sente e legge. Sa riassumere informazioni provenienti da diverse fonti sia parlate che scritte, ristrutturando gli argomenti in una presentazione coerente. Sa esprimersi spontaneamente, in modo molto scorrevole e preciso, individuando le più sottili sfumature di significato in situazioni complesse.

 

L'Università di Siena sulla base del QCER ha elaborato il "Sillabo di Italiano per Stranieri", che il Ministero della Pubblica Istruzione in accordo con quello degli Interni ha utilizzato per redigere il Vademecum che offre "Indicazioni tecnico-operative per la definizione dei contenuti delle prove che compongono il test, criteri di assegnazione del punteggio e durata del test".

 

RIFERIMENTI DI BASE

Per l'inserimento di materiali per facilitare la preparazione al livello A2 degli stranieri presenti sul nostro territorio, si sono inseriti esercizi ed esempi, oltre che un'opportuna guida per gli insegnanti, che consentono di praticare un insegnamento con materiali adeguati.

 

Per fare ciò si utilizzerà come punto di riferimento essenziale i parametri riportati nei succitati documenti che sono stati in parte adattati alla particolare tipologia di utenza, focalizzando maggiormente l’attenzione sugli aspetti comunicativi e sui domini di ambito privato, pubblico ed occupazionale e recependo per ciò alcune tabelle generalizzate e contenute nel suddetto Sillabo.

 

In ogni caso nella definizione delle competenze e delle abilità oggetto di verifica per il raggiungimento del livello A2 richiesto, nella predisposizione delle prove dei test, nella scelta dei domini, dei contesti d’uso, delle azioni socio-comunicative, della tipologia delle domande ed infine dei criteri di valutazione è opportuno valorizzare l’efficacia comunicativa piuttosto che gli aspetti formali della comunicazione stessa. Si cercherà di capire il livello raggiunto nel dialogo, nella comprensione degli altri, nel farsi capire e nell’utilizzare strumenti di scrittura come le e-mail.

 

Il test di conoscenza della lingua italiana si svolge con modalità informatiche, ed è strutturato sulla comprensione di brevi testi e sulla capacità di interazione con la commissione che assegnerà il punteggio. Per superare il TEST il candidato deve conseguire almeno l’ottanta per cento (80%) del punteggio complessivo. Comunque, per semplificare il procedimento per soggetto non adusi all’utilizzo dell’informatica, a richiesta dell’interessato il TEST potrà essere svolto con modalità scritte di tipo non informatico, se pur con le stesse regolamentazioni.

 

Per la costruzione delle prove che compongono il TEST occorre seguire le seguenti indicazioni:

 

lo straniero deve possedere un livello di conoscenza della lingua italiana che consente la comprensione di frasi ed espressioni di uso frequente in ambiti correnti in corrispondenza del livello A2 previsto dal quadro di riferimento europeo”; in pratica: ”riesce a comprendere frasi isolate ed espressioni di uso frequente relative ad ambiti di immediata rilevanza (ad esempio informazioni di base sulla persona, sulla famiglia, sugli acquisti, sulla geografia locale, sul mondo del lavoro). Riesce a comunicare in attività semplici e di routine che richiedono solo uno scambio di informazioni semplice e diretto su argomenti familiari ed abituali. Riesce a descrivere in termini semplici aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni immediati”. 

 

 

DEFINIZIONE DEGLI AMBITI DELLE PROVE

 

A. Comprensione orale e scritta di brevi testi:

 

La comprensione di brevi testi viene verificata attraverso una prova di comprensione orale ed una di comprensione scritta.

 

La prova di comprensione orale è articolata in due parti (due brevi testi da ascoltare). Ciascuna parte è riferita ad una delle seguenti quattro sottoabilità:

 

  1. comprensione orale di una conversazione fra nativi;
  2. comprensione orale di annunci e istruzione;
  3. comprensione orale della radio e di audio-registrazioni;
  4. comprensione orale della TV.

 

Quindi il test inerente questi argomenti deve poter permettere di capire se la persona è in grado di comprendere quanto basta per soddisfare bisogni di tipo concreto, purché si parli lentamente e chiaramente. E’ inoltre in grado di comprendere espressioni riferite ad aree di priorità immediata, quali: informazioni basilari sulla persona e sulla famiglia, su acquisti, sulla geografia locale e sul lavoro.

 

E’ generalmente in grado di identificare l’argomento di una discussione che si svolge in sua presenza se i nativi parlano lentamente e con chiarezza. Esempi: è in grado di capire le informazioni fornite da partecipanti nativi ad un colloquio in cui ci si presenta; capisce a grandi linee le descrizioni di oggetti e luoghi; coglie le principali azioni e la loro successione.

 

E’ in grado di afferrare l’essenziale in messaggi e annunci brevi, chiari e semplici; comprende semplici istruzioni su come andare da X a Y, a piedi o con i mezzi pubblici.

Esempi: sa chiedere indicazioni stradali o istruzioni e comprende i punti fondamentali del messaggio; coglie le azioni principali di messaggi di istruzioni su come svolgere un determinato compito o come ottenere determinati documenti.

 

E’ in grado di comprendere ed estrarre l’informazione essenziale da brevi testi registrati, che trattino di argomenti prevedibili di uso quotidiano e che siano pronunciati lentamente e chiaramente. Esempi: comprende messaggi istituzionali a lui indirizzati che riguardano aspetti anche burocratici, ma circoscritti ai suoi contesti d’uso e necessità. Comprende le informazioni principali di un racconto o una notizia relative ad un fatto che coinvolge persone, oggetti e luoghi a lui noti.

 

E’ inoltre in grado di comprendere informazione essenziale di brevi notizie trasmesse dalla TV che trattino argomenti della realtà a lui noti e che siano pronunciati in maniera lenta e chiara. Esempi: Comprende messaggi istituzionali promozionali noti quali

 

pubblicità o informazioni di indirizzo provenienti dalle istituzioni e che contengano informazioni note e comunicate in forma chiara.

 

La prova di comprensione scritta è articolata in due parti (due brevi test da leggere). Ciascuna parte è riferita ad una delle quattro sottoabilità indicate successivamente:

 

1.lettura della corrispondenza;

2.lettura per orientarsi;

3.lettura per informarsi ed argomentare;

4.lettura di istruzioni.

 

Quindi il test inerente questi argomenti deve poter permettere di capire se la persona è in grado di comprendere testi brevi e semplici di contenuto familiare e di tipo concreto, formulati nel linguaggio che ricorre più frequentemente nella vita di tutti i giorni o sul lavoro.

 

Per quanto riguarda argomenti che gli sono familiari, è in grado di comprendere lettere e fax su un formato standard di uso corrente (richieste di informazioni, ordini, lettere di conferma,…). E’ inoltre in grado di comprendere lettere personali brevi e semplici. Esempi: comprende lettere personali informali ed in grado di cogliere i punti principali di lettere formali di contenuto burocratico riguardanti le sue necessità concrete (avvisi della Questura, messaggi dalla scuola per i figli).

 

E’ in grado di trovare informazioni specifiche e prevedibili in semplice materiale di uso corrente quali inserzioni, prospetti, menu, cataloghi e orari. E’ in grado di individuare informazioni specifiche in un elenco ed estrarre quella corrente (ad esempio usare le “Pagine Gialle” per trovare un servizio o un negozio). E’ in grado di comprendere cartelli e avvisi di uso corrente in luoghi pubblici (ad esempio strade, ristoranti, stazioni ferroviarie) e sul posto di lavoro (ad esempio indicazioni, istruzioni e avvisi di pericolo). Esempi: è in grado di comprendere annunci e avvisi collocati negli uffici pubblici; è in grado di scegliere tra varie opzioni confrontando opuscoli, materiale informativo e di scegliere quello più adatto alle sue necessità; sa consultare elenchi telefonici.

 

E’ in grado di trovare informazioni specifiche in semplice materiale scritto di uso corrente che può avere tra le mani, quali lettere, opuscoli e brevi articoli di cronaca. Esempi: è in grado di comprendere manuali di istruzioni, oggetti, macchinari o attrezzi che utilizza sul luogo di lavoro; sa comprendere istruzioni su come svolgere un compito o su come ottenere un documento o ritirare soldi da una postazione bancomat.

 

 

 B. Capacità di interazione

 

La prova dedicata all’interazione si svolge in forma scritta, secondo quanto previsto per il livello A2 relativamente all’interazione scritta, come indicato successivamente.

 

La prova riguarda una delle due sottoabilità di riferimento:

  1. corrispondenza;
  2. appunti, messaggi, moduli.

 

E’ in grado di scrivere e-mail molto semplici per ringraziare o scusarsi. Esempio: è in grado di scrivere messaggi brevi o piccole note (lista della spesa).

 

E’ in grado di prendere nota di un messaggio semplice e breve, a condizione di poter chiedere di ripetere o riformulare; è in grado di scrivere brevi e semplici appunti e messaggi riferiti a bisogni immediati. Esempio: è in grado di riempire moduli con informazioni personali di tipo anagrafico.

 

   

CONTENUTI DELLE PROVE: DOMINI E CONTESTI D’USO, LESSEMI, AZIONI SOCIO-COMUNICATIVE 

  • I contenuti delle prove fanno riferimento ai Domini e Contesti d’uso di italiano L2 per immigrati di livello A2 riportati nella successiva tabella.
DOMINIO Privato
CONTESTI D’USO
Luoghi Istituzioni Persone Oggetti Avvenimenti Azioni Testi
Abitazione propria e degli amici Geografia Locale Geografia del proprio paese Famiglia Altre reti sociali Parenti (genitori, figli e figlie, fratelli e sorelle, cugini e cugine, zii e zie, nonni. cognati, suoceri, generi e nuore) Amici conoscenti Arredamento della casa/mobili Abbigliamento Oggetti per la casa Corpo umano Apparecchi domestici Libri Igiene personale Occasioni di famiglia Feste e feste nazionali Incontri Fenomeni Naturali Eventi sportive Tempo libero Routine quotidiane: vestirsi e spogliarsi cucinare; guardare la tv Salutare Presentarsi Saper raccontare un fatto Fare piccole riparazioni Conversazioni faccia a faccia Giornali gratuiti Materiale Pubblicitario Opuscoli E-mail Testi ora li televisivi Messaggi Ricette di cucina Menu Ricette di cucina Menu
DOMINIO Pubblico
CONTESTI D’USO
Luoghi Istituzioni Persone Oggetti Avvenimenti Azioni Testi
Spazi pubblicitari (strada, piazza, ecc.) (supermercati, negozi Mensa Uffici pubblici Centri territoriali Uffici statali Anagrafe Questura Prefettura Organismi assistenziali Servizio sanitario e consultori Sportelli informazioni Centri territoriali Impiegati negli uffici pubblici Semplici cittadini Rappresentanti ufficiali Commessi Forze dell’ordine Campioni sportivi Soldi documenti Beni Pasti, bevande Passaporti, carte d’identità, patenti Certificati Permesso e carta di soggiorno Incidenti Infortuni e Malattie Incontri pubblici Multe e arresti Partite e gare Spettacoli Matrimoni e funerali Consultazioni mediche e legali Acquistare e utilizzare i servizi pubblici Usare il servizio nazionale Compiere azioni riguardanti viaggi in auto, treno, nave, aereo Compiere azioni riguardanti divertimenti e attività del tempo libero Fornire dati anagrafici Chiedere e dare informazioni Conversazioni faccia a faccia Annunci e avvisi moduli Etichette e Confezioni Volantini Biglietti orari Cartelli e regolamenti Programmi Menu Comunicazioni provenienti da istituzioni (raccomandate, multe, citazioni) Ricette mediche
DOMINIO Occupazionale
CONTESTI D’USO
Luoghi Istituzioni Persone Oggetti Avvenimenti Azioni Testi
Uffici Fabbriche Porti, stazioni Aziende agricole Aeroporti Negozi Alberghi, ristoranti e pizzerie Servizi pubblici Imprese Società Industrie Associazioni di categoria Patronato Sindacato, imprese edili, cantieri, artigianato Case di riposo Datori di lavoro Direttori Colleghi Compagni di lavoro Clienti Consumatori Personale delle pulizie Macchine d’ufficio Macchine industriali Attrezzi industriali e artigianali Utensili Riunioni Interviste Ricevimenti Convegni Vendite Incidenti sul lavoro, conflitti sociali, scioperi licenziamenti, assunzioni reclami Gestione commerciale Gestione industriale Attività produttive Operazioni di vendita Commercializzazio ne Operazioni informatiche Manutenzione degli uffici Conversazioni faccia a faccia E-mail Colloqui di lavoro Avvisi Manuali Regolamenti Materiale pubblicitario Etichette e confezioni Istruzioni di lavoro Offerte di lavoro Domande di lavoro Contratti Certificati medici Curricula vitae
  • Per i lessemi relativi al livello A2 degli immigrati si può fare riferimento alla successiva tabella nella quale sono riportati a titolo esemplificativo alcuni esempi.

 Tabella 2

 

  • Per le azioni socio-comunicative relative al livello A2 degli immigrati è possibile fare riferimento a titolo esemplificativo alla successiva tabella.  

 Tabella 3

ADEGUAMENTI FUNZIONALI

Questa parte definisce gli interventi che sono stati effettuati sul sito www.italianoperimmagini.it per permettere lo sviluppo delle funzionalità sopra esposte.

Nel MENU’ dell’applicazione è stata inserita la voce relativa ai supporti per l’insegnamento dell’italiano ai fini del raggiungimento del livello A2 di conoscenza, così da poter sostenere con successo il TEST. --> "Test Soggiorno"

Sono state inserite delle lezioni specifiche inerenti i vari ambiti sopra descritti relative ai: domini e contesti d’uso, lessemi ed azioni socio-comunicative descritte nelle precedenti tabelle 1,2,3.       

 Tali lezioni tengono conto delle successive modalità di svolgimento dei test, come previsto dalle direttive ministeriali.

Attività svolte:

  •  inseriti esempi inerenti le singole argomentazioni da sviluppare, compresi dialoghi predefiniti e testi audio e video da poter scaricare ed utilizzare in aula per poter preparare al meglio gli stranieri partecipanti ai test.
  • predisposti esercizi specifici su ciascuno dei dialoghi e testi succitati da poter far effettuare in aula agli studenti e su cui effettuare verifiche di comprensione e crescita dell’apprendimento.
  • inseriti fra le tabelle di domini, lessemi ed azioni socio-comunicative e gli esempi e relativi esercizi dei collegamenti diretti guidati in automatico dalla navigazione informatica, in modo che l’insegnante possa avere a disposizione, in automatico, tutto il materiale disponibile inerenti un certo tipo di test, a livello; lezioni, esempi e corrispondenti esercizi.

 

E' stata sviluppata un’interfaccia che permette, al momento dell’inserimento di nuovo materiale, di effettuare i collegamenti sopra detti con semplici operazioni, così da potere consentire l’inserimento, come previsto anche per tutte le altre parti dell’applicativo, anche da parte di utenti esterni selezionati e certificati, specificamente enti ed associazioni che svolgano l’attività di insegnamento dell’italiano agli stranieri.

 E' prevista la funzione di stampa di tutta la documentazione aggregata secondo criteri di omogeneità, in modo da facilitare il lavoro di ricerca degli insegnanti tramite collegamenti automatici predisposti dal computer.

 Nell’eventualità che sia scelta, come previsto, la modalità informatica di svolgimento del test da parte degli esaminandi (ovviamente in presenza di strumenti informatici adeguati all’esigenza), sarà prevista la possibilità di effettuare la lettura dei brani, l’ascolto dei testo radio, la visione dei filmati televisivi predisposti via computer.

 Sono stati inseriti degli esempi di possibili ambiti di risposta ai test in via informatica ad uso esclusivo degli insegnanti (che quindi li potranno stampare per farli svolgere manualmente), mentre gli ambiti dei test effettivi (eventualmente in via informatica) resta a carico degli Enti a ciò preposti.

 

CONCLUSIONI

 

L'evoluzione del Progetto "Italiano per Immagini", dettata da una impellente attualità, ci consente in realtà di effettuare uno sviluppo notevole del nostro progetto. Da un semplice strumento per aiutare i volontari ad insegnare l'italiano agli stranieri, si sta sviluppando in un vero e proprio portale linguistico a disposizione di un numero crescente di utilizzatori. Infatti, abbiamo potuto verificare l'utilità del nostro prodotto anche per l'insegnamento dell'italiano a ragazzi in età evolutiva e a persone deprivate linguisticamente, anche di madre lingua italiana.

Questo riguarda tuttavia le prossime puntate del nostro impegno, ora ci siamo concentrati sulla realizzazione di questo strumento per l'insegnamento della lingua italiana agli adulti stranieri presenti sul nostro territorio.